0072 – CONTE DI CAVOUR (Ricostruita – 1937) l.f.t. 186,40 m – 1:100

Ricostruita nei Cantieri Riuniti dell’Adriatico di Trieste, fu la prima a riprendere servizio il 1¬į giugno 1937 e con la gemella Giulio Cesare costitu√¨ all’inizio del conflitto l’unica coppia di corazzate di cui disponeva la Marina Italiana.

All’inizio del conflitto venne ulteriormente modificata (vedere documentazione 0313), ma ebbe un’attivit√† bellica irrilevante in quanto, dopo il siluramento del 12.11.1940 nel Mar Grande di Taranto, non riprese pi√Ļ servizio.

Sono disponibili undici tavole, eseguite per la consegna della nave, con: piano di costruzione, sezione longitudinale, ponte di coperta, soprastrutture, copertino superiore, copertino inferiore, 2¬į corridoio, n .21 sezioni trasversali e stiva.

I piani mostrano la nave con le due caratteristiche catapulte vicino al fumaiolo poppiero, poi eliminate.

Le due navi, pressoch√© uguali dell’aspetto esteriore, vennero armate con cannoni da 320/44 (arma n. 2035), da 120/50 (n. 2272), da 100/47 (n. 2425), mitragliere Breda da 37/54 (n. 2658) e da 20/65 (n. 2690).

Adottarono le seguenti imbarcazioni: lance da m. 13 (n. 403), diesel barche da m. 12,25 (n. 404), lancia da regate da m. 10,45 (n. 150), motoscafi da m. 10 (n. 406 e n .455) e lance insommergibili da m. 8,60 (n .308).