0012 – ZARA l.f.t. 182,80 m 1:100

Varato il 27.4.1930 dai Cantieri Odero-Terni-Orlando di Muggiano, entrò in servizio il 20.10.1931.

Disegni originali del novembre 1932 in undici tavole con: piano di costruzione, vista di fianco, vista dall’alto, sezione longitudinale, soprastrutture, ponte di coperta, n. 10 sezioni trasversali, corridoio, batteria, stiva superiore e stiva inferiore.

Gli incrociatori della classe ZARA (ZARA, FIUME, GORIZIA e POLA) costituirono una evoluzione della Classe TRENTO rispetto alla quale ebbero una minore lunghezza di circa 14 metri, una maggior protezione (150 mm in verticale, per le artiglierie e per il torrione e 70 mm in orizzontale) ed il medesimo armamento. Rinunciando a qualche nodo di velocità, 32 nodi max contro i 35 nodi dei TRENTO, riuscirono a rimanere entro le 12.000 tonnellate progettuali, pur eccedendo il limite stabilito dalla convenzione di Washington per gli incrociatori pesanti. In pratica, a pieno carico in assetto bellico, il tonnellaggio  superò le 14.000 tonn.

La loro costruzione fu improntata al concetto di ottenere, rispetto agli incrociatori corazzati delle altre Marine, una superiorit√† qualitativa che doveva compensare l’impossibilit√† di raggiungere una prevalenza di quantit√†, ed in effetti possono essere considerati le migliori navi costruite dalla nostra Marina e le migliori, in senso assoluto, di quelle realizzate in ottemperanza agli accordi di Washington.

Scomparvero tutti¬† nel corso della guerra, senza aver potuto dimostrare le loro possibilit√† operative: il FIUME e lo ZARA il 28 ed il 29 marzo 1941 nella tragica notte di Capo Matapan nel Mediterraneo Orientale, mentre si recavano in soccorso del POLA, immobilizzato da un siluro, anch’esso poi affondato; il GORIZIA, colpito da bombe di aereo alla Maddalena il 10.4.1943, poi trasferito a La Spezia ed ivi trovato affondato al termine del conflitto.

Nell’aspetto esteriore vi erano alcune differenze. Mentre ZARA e FIUME risultavano praticamente identici, il GORIZIA presentava una diversa sistemazione dei fumaioli ed il POLA era caratterizzato dalla grande tuga che comprendeva il ponte di comando, il torrione ed il fumaiolo prodiero in un gruppo unico.

Le quattro navi erano armate con cannoni da 203/53 (arma n. 2075) e da 100/47 (n. 2425), obici da 120/15 per il tiro illuminante (n. 2370) e mitragliere da 40/39 (n. 2650) poi sostituite con armi da 37/54 (n. 2659) e da 13,2 (n. 2705).

Per le imbarcazioni sono disponibili le seguenti documentazioni: barca a remi da m. 13 (n. 403); motolancia da m. 12,25 (n. 404); motoscafo da m. 10 (n. 455); lancia insommergibile da m .8,60 (n. 308); battello da m. 4,50 (n. 418); zatterino da m. 3,50 (n. 173).

0012-zara

Incrociatore Zara

Incrociatore Zara