0160 * CADORNA l.f.t. 169,30 m 1:100

Varato il 30.9.1931 dai Cantieri Riuniti dell’Adriatico di Trieste.¬† Sopravvissuto al conflitto, non venne pi√Ļ impiegato in compiti operativi e radiato l’1.5.1951.

Undici tavole originali del novembre 1933 con: piano di costruzione, sezione longitudinale, vista dall’alto, soprastrutture, ponte di coperta, n. 16 sezioni trasversali, 1¬į e 2¬į corridoio, copertino e stiva.

Gli incrociatori Diaz e Cadorna costituirono, anche nell’aspetto esteriore, una ripetizione degli incrociatori tipo Di Giussano, con il medesimo scafo, l’assenza di protezione e lo stesso armamento, ma avevano un ponte di comando pi√Ļ basso per¬† l’eliminazione¬† della aviorimessa ed un diverso albero poppiero.