1331 * GAETA l.f.t. 52,45 m – 1:50

 

Varato il 28.7.1990 dal Cantiere Intermarine di Sarzana, questo cacciamine è il primo di un gruppo costituito da Termoli, Alghero, Numana. Crotone, Viareggio, Chioggia e Rimini, la cui consegna è stata completata nel 1997.  Queste navi sarebbero un Lerici migliorato o 2ª serie, ma in realtà costituiscono una Classe distinta non solo per le maggiori dimensioni, ma per le sostanziali modifiche apportate.

Per cortese concessione del Cantiere Intermarine sono disponibili cinque perfette tavole con: piano di costruzione, vista di fianco, plancia, castello e ponte di coperta.

Le unit√† di contromisure mine sono progettate e costruite da Intermarine con questa tecnologia, sviluppata dallo stesso cantiere e coperta da brevetto.¬† √Č unica al mondo, ed √® stata riconosciuta qualificante (possibilit√† di avvicinarsi con elevata sicurezza ad una mina pi√Ļ di qualunque altro mezzo simile) oltre che dalla Marina Militare italiana anche da altre Marine, fra cui gli Stati Uniti ove sono state eseguite prove di scoppio ravvicinato con unit√† in servizio, operative e completamente equipaggiate.

I cacciamine Lerici e Gaeta sono realizzati in fibra di vetro rinforzata con resina (materiale per sua natura amagnetico) in un’unica struttura monolitica, con una particolare tecnologia costruttiva degli scafi privi di rigide ossature strutturali, che cos√¨ mantengono invariate le qualit√† elastiche intrinseche del materiale impiegato e che sono fondamentali per la resistenza alle esplosioni ravvicinate di mine navali, consentendo alle unit√† di operare in sicurezza con i moderni sistemi di contromisure di cui sono dotate.