0070 * PERLA, GEMMA e BERILLO l.f.t. 60,18 m – 1:50


Sommergibili Classe 600 – Serie PERLA

Varati nel maggio-giugno 1936 dai Cantieri Riuniti dell’Adriatico di Monfalcone, nessuno di essi sopravvisse al conflitto. Da ricordare l’impresa del Perla che nel marzo 1941 lasci√≤ Massaua poco prima della occupazione inglese e circumnavigando l’Africa, con due rifornimenti in mare da navi tedesche, riusc√¨ a raggiungere la nostra base atlantica di Bordeaux.

Nove tavole originali in scala 1:50 datate 7.2.1936 con: piano di costruzione, sezione longitudinale, vista dall’alto, sezioni orizzontali dei ponti interni, n. 8 sezioni trasversali, linee d‚Äôassi ed eliche, sia a pale mobili, sia a pale fisse..

Erano armati con un cannone da 100/47 (arma n. 2445).

 

Uguali alla serie SIRENA, della quale rappresentarono una ripetizione, avevano scafo tipo Bernardis con doppi fondi centrali resistenti e controcarene esterne, con una profondità di collaudo di 80 metri. 

Ebbero motori pi√Ļ potenti, una maggiore dotazione di combustibile ed un nuovo impianto di condizionamento, mentre esteriormente mostravano solo la falsatorre un po’ pi√Ļ grande nella parte superiore ed un radiogoniometro manovrabile dall’interno dello scafo.

La serie era costituita da: PERLA, GEMMA, BERILLO, DIASPRO, TURCHESE, CORALLO, AMBRA, ONICE, IRIDE e MALACHITE.¬† Nel corso del conflitto IRIDE ed AMBRA effettuarono importanti lavori di adattamento per il trasporto di mezzi d’assalto.

Solo i battelli DIASPRO, TURCHESE ed ONICE sopravvissero alla guerra.