1629 – SANTA MARIA – 1:50

Fra il 1892, quarto centenario della scoperta dell’America, ed il 1992, quinto centenario, sono state eseguite numerose altre ricostruzioni di questa famosa nave, tutte basate su ipotesi e su probabilità non verificabili.  Certo non era una caravella ma una nave un po’ più grande, che seppure possedeva maggiore capienza, aveva caratteristiche marinaresche inferiori alle agili caravelle.

Questo accurato progetto dell’Amm. Gay, in parte basato sugli studi eseguiti da Wolfram zu Mondfeld, Peter Holz e Joannes Soyener, è certo il più attendibile fra i tanti sinora pubblicati.

La documentazione è composta da quattro tavole con il piano di costruzione unito alle ordinate disegnate separatamente, la vista di fianco, la sezione longitudinale, la vista dall’alto, le viste da prua e da poppa, due sezioni trasversali e numerosi particolari.