0903 – GALEONE OLANDESE – Fine XVI SECOLO – 1:50 (ROTER L√ĖWE – 1597)

Questa documentazione in scala 1:50 illustra il primo sviluppo del galeone, nato come logica evoluzione delle caravelle, cocche e caracche in funzione delle impegnative traversate oceaniche sempre pi√Ļ frequenti dopo la scoperta dell’America.

PIANO ATTUALMENTE NON DISPONIBILE, IN REVISIONE

I piani qui presentati furono rielaborati dall’Amm. Gay all’inizio degli ’70 del secolo scorso sulla base dei piani del ROTER LOWE, a loro volta disegnati negli anni ’60 del secolo scorso da Rolf Hoeckel sulla base di ricerche e studi condotti da H.Szymanski gi√† alla fine degli anni ’30. I piani , inseriti in una raccolta di disegni di scafi del 16¬į e 17¬į secolo pubblicata a Rostock nel 1970, furono in effetti poi ripresi dall’Amm. Gay e servirono come base per il disegno del suo GALEONE OLANDESE

Il ROTER LOWE era un tipico scafo oceanico olandese della fine del 16¬į secolo e, in base alle poche notizie disponiibli, fu varato nel 1597, venne acquistato dal Duca di Prussia nel 1601, serv√¨ per alcuni anni come unit√† per controllo costiero con base a Pillau e nel 1608 fu venduto assieme al suo carico nel porto di Lisbona.

In base a quanto a suo tempo riferito dall’Autore, i piani furono presentati in Italia con la dicitura generica di GALEONE OLANDESE anzich√® con il nome originale in quanto le notizie riguardo al Roter Lowe erano assai scarse e lacunose per cui egli prefer√¨ rimanere sul generico, pur conservando le caratteristiche generali dell’impostazione dei disegni costruttivi.

Era armato con 12 pezzi di artiglieria da 8 libbre, 4 da 4 libbre e 4 spingarde.

In cinque tavole: piano di costruzione, vista di fianco, vista dall’alto, sezione longitudinale, alcune sezioni trasversali, sagome per il taglio delle ordinate e numerosi particolari delle attrezzature e delle vele.

Come sopraspecificato, i piani sono disegnati e pubblicati dall’Amm. Gay.

Ai piani originali sono state poi aggiunte due tavole a colori, una con lo schema della colorazione esterna dello scafo ed una con il dettaglio dello stemma araldico dello specchio di poppa e le bandiere relative al ROTER LOWE, dato che i piani dell’Amm. Gay riportano le bandiere olandesi e non quelle prussiane.

La tavola con lo schema di colorazione √® stata ricavata da un disegno originale dell’Amm. Gay, mentre la¬†tavola con lo stemma araldico √® stata¬†rielaborata sulla base di ricerche effettuate sul volume ARALDICA del Dott. Giovanni Santi Mazzini (MONDADORI – 2003)